Acido glicolico: a cosa serve e quali risultati puoi ottenere

acido_glicolico

Sta spopolando anche sul web ormai da tempo il famosissimo acido glicolico. Ma cosa è? A cosa serve? Quali risultati puoi ottenere con il suo utilizzo? In questo articolo ti racconto tutto quello che c’è da sapere su questo ‘miracoloso’ elemento.

Ogni donna combatte ogni giorno con i segni dell’invecchiamento. Le rughe intorno agli occhi, intorno alle labbra diventano sempre più evidenti, comincia a comparire qualche macchia dovuta al sole. Ma anche le giovani donne hanno un terribile nemico, l’acne che, purtroppo e molto spesso, lascia dei segni poco piacevoli sulla pelle. Ecco, in ognuno di questi casi un ottimo alleato potrebbe essere proprio l’acido glicolico.

Quello che c’è di più profondo nell’essere umano è la pelle. (Paul Valéry)Click To Tweet

L’ho scoperto qualche mese fa grazie a mia suocera. E’ una donna molto bella e curata, ama sperimentare nuovi prodotti e cerca di contenere i segni dell’età, pur essendo ancora molto giovane. Un giorno mi ha parlato dell’acido glicolico ed in particolare del prodotto che aveva acquistato su Amazon, l’acido glicolico tamponato al 35% di Vita Pelle

Vita Pelle Acido glicolico 35% già Tamponato
  • Adatto a viso e corpo, ha una profonda azione esfoliante
  • Riduce macchie di iperpigmentazione, rughe, acne,smagliature e pelle rilassata
  • Favorisce il rinnovo cellulare donando una pelle compatta e tonica
  • Già tamponato secondo le nuove normative europee
  • Formato: 125ml

Ne è rimasta subito colpita e così ho deciso di acquistarlo anch’io, sempre su Amazon e in tre giorni è arrivato a casa mia. E devo dire che non potevo fare acquisto migliore.

In questo articolo ti spiegherò cos’è, a cosa serve e quali risultati potrai ottenere.

Cos’è l’acido glicolico

Appartiene alla classe degli idrossiacidi (acidi della frutta) e viene estratto dalla canna da zucchero, dall’uva e dalla barbabietola. Tra tutti gli acidi appartenenti alla stessa famiglia, l’acido glicolico è strutturalmente il più piccolo ed è per questo che ha un’elevata capacità di penetrare nella pelle.

Per questo motivo, se dovessi usare un prodotto estetico con alte concentrazioni di acido glicolico (sopra il 35% fino all’80%) è preferibile farlo applicare dalla mano esperta di un dermatologo. Comunque, anche a casa è possibile fare un peeling, l’importante è acquistare un prodotto con una bassa concentrazione (10%) oppure, come nel mio caso, acquistare un prodotto con una concentrazione di acido glicolico al 35% già tamponato.

Ciò significa che il prodotto è stato ‘tamponato’, per far sì che la componente aggressiva, ossia il PH, è stata attenuata in modo da non provocare rossori e bruciori sulla pelle.

Di conseguenza, potrai applicarlo in tutta tranquillità a casa tua, come un altro qualunque cosmetico per la cura e pulizia della pelle.

A cosa serve l’acido glicolico

L’acido glicolico ha un grandissimo potere: quello di penetrare gli strati della pelle. Il suo carattere principale è sicuramente esfoliante. Ciò significa che una volta applicato il cosmetico all’acido glicolico, lo strato più esterno della pelle viene completamente rimosso, con un’eliminazione totale delle cellule morte presenti sul viso.

In questo modo, gli strati sottostanti verranno alla luce e si presenteranno più levigati, compatti e luminosi.

Aspetto della pelle dopo il trattamento

E’ bene precisare che subito dopo il trattamento (pelling all’acido ialuronico), la pelle potrebbe restare un pochino arrossata, perchè il primo strato di pelle viene completamente rimosso, ma non appena ‘guarita’, il tuo viso apparirà nuovo.

Per fare un trattamento in casa, in tutta tranquillità, la soluzione perfetta è l’acido glicolico già tamponato, perchè il PH è stato alterato proprio per attenuare il carattere aggressivo del prodotto. Quindi niente rossori o bruciori con l’acido glicolico già tamponato. Confronta le varie offerte su Amazon.

Una volta terminato il trattamento, dovrai approfittare di fare i migliori trattamenti idratanti per il tuo viso, perché la pelle riuscirà ad assorbire quello che normalmente non riesce a fare. Allora, dai il via a maschere idratanti, creme leviganti e sieri rimpolpanti.

Sicuramente non dovrai fare uno scrub perché le cellule morte sono già state eliminate.

In quali casi è adatto e quando è sconsigliato

L’acido glicolico può essere utilizzato anche per attenuare le smagliature, magari dovute ad una gravidanza o ad un’importante perdita di peso. In questo caso, il prodotto dovrà essere specifico per il corpo. Ecco il link dove troverai qualche esempio di prodotti a base di acido glicolico per il corpo.

Gli unici casi in cui è sconsigliata l’applicazione di acido glicolico sono gravidanza, allattamento e presenza di acne attivo. E’ preferibile l’applicazione nei mesi invernali perché è fotosensibilizzante e, comunque, ricorda sempre di applicare una protezione solare, sopratutto se la zona interessata da trattamento all’acido glicolico è il viso.

Se vuoi conoscere i risultati che potrai ottenere con l’acido glicolico, continua la lettura dell’articolo.

Quali risultati puoi ottenere

Come applicare l’acido glicolico tamponato

Per avere un ottimo risultato è importante, prima dell’applicazione, avere la pelle pulita e asciutta; la miglior cosa sarà quella di pulire il viso con latte detergente e tonico. Poi versa poco prodotto alla volta, per evitare sprechi, in una ciotolina di vetro o ceramica (meglio evitare la plastica) e con l’aiuto di un pennello inizia a coprire tutta la superficie del tuo viso con l’acido glicolico.

Evita il contorno occhi ed il contorno labbra, perché sono zone del viso più secche e sensibili. Lascia agire dai 2 ai 10 minuti. Inizia con due minuti e poi di volta in volta potrai aumentare il tempo di posa ma fino ad un massimo di 10 minuti. Poi rimuovi tutto con una spugnetta e applica sulla pelle così rigenerata un buon prodotto idratante. Sarà perfetta una maschera idratante o anche semplice un’ottima crema viso.

Frequenza di applicazione

Per quanto riguarda la frequenza delle applicazioni, potrai iniziare con un’applicazione ogni quindici giorni per il primo mese e poi potrai usarlo anche una volta alla settimana. Dovrai, comunque, essere costante per i primi due mesi, per far sì che si vedano risultati evidenti. Ricorda sempre di evitare l’acido glicolico nei mesi estivi, in quanto fortemente fotosensibile.

I risultati

L’acido glicolico è adatto sia ad un pelle giovane che presenta i segni lasciati dall’acne, che ad una pelle matura per attenuare rughe e macchie. Per le pelli grasse, il trattamento può essere effettuato con una frequenza maggiore rispetto a chi ha la pelle più secca e sensibile.

Inoltre, nel caso di cicatrici, l’acido glicolico riesce ad attenuarle ed in generale, la pelle risulta ringiovanita, più compatta e levigata.

Il risultato più evidente dopo un pelling all’acido glicolico è sicuramente quello di avere una pelle nuova, rigenerata, luminosa e levigata.

Dopo tre mesi di trattamento, mia suocera sembrava ringiovanita di dieci anni! Ma non solo, la pelle appare davvero luminosa, addirittura anche lo sguardo risulta radioso. Insomma, si possono ottenere davvero grandissimi risultati.

Dopo i primi due mesi di applicazioni regolari (ogni quindici giorni per il primo mese e una volta a settimana il secondo mese) ti accorgerai da sola quando la tua pelle avrà necessità di essere rigenerata con un peeling all’acido glicolico.

E tu, hai mai provato l’acido glicolico tamponato? Oppure ti sei rivolta ad un dermatologo? Racconta la tua esperienza nei commenti, così potremo confrontare i nostri risultati.

6 Condivisioni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *